NON VI E' DUBBIO CHE UNA NAZIONE PASSATA DA UN REGIME MONARCHICO AD UN REGIME REPUBBLICANO SIA UNA NAZIONE «DECLASSATA», E CIÒ NON PUÒ NON ESSERE AVVERTITO DA CHIUNQUE ABBIA UNA SENSIBILITÀ PER VALORI I QUALI, PER ESSERE SOTTILI E IMMATERIALI, NON PER QUESTO SONO MENO REALI.

mercoledì 30 maggio 2018

UMI: “La Repubblica italiana è decotta, subito la Costituente per il ritorno alla Monarchia Costituzionale”

Lega, M5S, Fratelli d'Italia, Forza Italia e Pd. Mentre i partiti e movimenti si affannano per trovare una via d'uscita alla crisi economica, si alza la voce di Monarchici italiani guidati da Alessandro Sacchi.

Scrive Sacchi in un comunicato: “L’Unione Monarchica Italiana, nel prendere atto dello stato di “decozione” della Repubblica, ha il dovere di ricordare che per la soluzioni di grandi problemi, necessitano se non  grandi uomini, almeno uomini grandi. Nel desolante panorama che le Istituzioni offrono in queste ore,  l’Unione Monarchica Italiana ricorda a quanti hanno a cuore le sorti della Patria, che in Politica non conta il solo risultato numerico, ma il benessere dei cittadini. La Politica esige il rispetto della volontà popolare ed un arbitro, che in posizione terza ed imparziale controlli il rispetto delle regole del gioco”.

Quindi la soluzione: “L’Unione Monarchica Italiana, più antica e numerosa associazione di cittadini che pensano alla Monarchia Costituzionale e Parlamentare, come elemento preliminare al fine di curare le malattie costituzionali da cui l’Italia è affetta, invoca  a gran voce una fase costituente che riformi la Cosa pubblica con nuove fondamenta condivise”.