NON VI E' DUBBIO CHE UNA NAZIONE PASSATA DA UN REGIME MONARCHICO AD UN REGIME REPUBBLICANO SIA UNA NAZIONE «DECLASSATA», E CIÒ NON PUÒ NON ESSERE AVVERTITO DA CHIUNQUE ABBIA UNA SENSIBILITÀ PER VALORI I QUALI, PER ESSERE SOTTILI E IMMATERIALI, NON PER QUESTO SONO MENO REALI.

lunedì 19 marzo 2018

Vicoforte, visite illustri alle tombe dei Reali

La Principessa Maria Gabriella e una delegazione del Montenegro 

La Principessa si è recata nel Monregalese ieri mattina senza preavviso e ha sostato in preghiera dinnanzi ai sepolcri: "Questa basilica è il luogo idoneo ad ospitare i miei nonni in eterno", ha dichiarato. Questa mattina, invece, una rappresentanza montenegrina è venuta a rendere omaggio alla Regina Elena e a Vittorio Emanuele III

Il suo arrivo a Vicoforte era previsto per il prossimo 17 aprile in occasione di un convegno organizzato dal "Rotary Club" di Cuneo, ma lei ha deciso di anticipare i tempo di un mese e concedersi un "blitz" in solitaria per salutare i suoi nonni in un contesto di massimo riserbo: nella mattinata di ieri, sabato 17 marzo, la principessa Maria Gabriella di Savoia si è recata presso il Santuario di Vicoforte per visitare dal vivo per la prima volta le tombe dei suoi nonni, la regina Elena e il re Vittorio Emanuele III, al termine della funzione officiata dal rettore della basilica, don Meo Bessone.
Accompagnata dal professor Aldo Alessandro Mola, presidente della Consulta dei Senatori del Regno, la principessa ha riferito di aver provato "una forte emozione" e ribadito di essere convinta che "il Re e la Regina riposano finalmente nel posto giusto. Divergenze con mio fratello Vittorio Emanuele? No, sapeva anche lui del trasferimento. Non è mai stato preso in considerazione il Pantheon di Roma. Ringrazio il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, per aver consentito il rimpatrio delle salme".

[...]