NON VI E' DUBBIO CHE UNA NAZIONE PASSATA DA UN REGIME MONARCHICO AD UN REGIME REPUBBLICANO SIA UNA NAZIONE «DECLASSATA», E CIÒ NON PUÒ NON ESSERE AVVERTITO DA CHIUNQUE ABBIA UNA SENSIBILITÀ PER VALORI I QUALI, PER ESSERE SOTTILI E IMMATERIALI, NON PER QUESTO SONO MENO REALI.

lunedì 5 marzo 2018

Poche, banali considerazioni


Come era abbondantemente previsto queste elezioni non le ha vinte nessuno nonostante un partito e una coalizione si proclamino  vincitori.

Sappiamo chi ha perso. E hanno perso quelli che per un voto e per ideologia riesumavano la guerra civile. Per fortuna.

Appaiono tuttavia alquanto patetici, oltre che velleitari, i proclami di chi si ritiene in diritto di ricevere l’investitura del presidente che ha consentito che tutto ciò accadesse.

Che sia Di Maio, che sia Salvini nessuno ha i numeri in parlamento per governare senza chiedere l’aiuto di altre forze.

E da questa situazione di stallo si uscirà solo con un governo tecnico, con una nuova legge elettorale e con nuove elezioni. 

Mentre il mondo ci divora.

La repubblica continua.